venerdì 4 agosto 2017

La prima volta

La prima volta che si videro da soli, lui la trascinò senza misericordia ad uno stato animale che la lasciò estenuata. Ci mise un po’ di tempo ad accorgersi che anche quella era una forma di dolcezza, e fu allora che perse la pace, e non viveva altro che per lui.
___ Marquez


sabato 22 luglio 2017

Limits

‘[....]there are people who have never dared to look into the depths of their soul, never attempted to know the origin of that desire to unleash the wild beast, or to understand that sex, pain and love are all extreme experiences.
‘Only those who know those frontiers know life; everything else is just passing the time, repeating the same tasks, growing old and dying without ever having discovered what we are doing here.’

____ P. Cohelo


mercoledì 19 luglio 2017

Gettare via tutto

Gettare via tutto
diventare contadini
cingersi di un bosco, attingere l’acqua del lago
allontanarsi da mille logore parole
attraverso le quali il senso scivola via 
come da un setaccio
trovare un luogo vergine dai mattini affascinanti
rinchiudersi in una bianca cella
ritrovarsi
o perdersi.
L’identità? 
Infischiatene.
Guardando indietro
ricordando le proprie convinzioni e i casi
dillo anche tu – 
come si può parlare qui di identità.
___ Julia Hartwig


mercoledì 12 luglio 2017

martedì 4 luglio 2017

Parlami

Parlami di te
di quei momenti
che non passi con me.

Parlami dei tuoi sogni
dei tuoi vecchi amori
di cosa fai e di cosa vuoi.

Guardami negli occhi
mentre mi parli
quando mi ami.

Non promettermi nulla
del tempo che non hai
un amore che non c’e.

Fatti amare così in silenzio
dammi solo un po’ di Te
per un po’ di me.

Parlami di Te
fallo con il silenzio
di uno sguardo
con un sospiro
con le labbra.

Adesso
per un attimo
per un secondo
non per sempre
ma torna se puoi
anche domani….

___ Silvana Stremiz


domenica 1 maggio 2016

domenica 3 aprile 2016

La schiena


Ti sei girata nel letto perché ti accarezzassi la schiena.
Il sesso fra donne è geografia allo specchio.
Il suo impercettibile segreto: l'assoluta uguaglianza, l'assoluta diversità.
Tu sei un mondo allo specchio.
Tu sei il luogo recondito che si apre per accogliermi dall'altra parte del vetro.
Tocco la tua superficie liscia e le mie dita affondano dall'altra parte.
Tu sei ciò che lo specchio riflette e inventa.
Vedo me stessa, vedo te: doppia, una, nessuna.
Non so, ma forse non ho bisogno di sapere.


Baciami.

__ Jeanette Winterson

ps: grazie Ecli per il meraviglioso testo!