lunedì 23 settembre 2013

A che serve.

Immaginare come un cieco
e poi inciampare in due parole.
 

A che serve poi parlare per spiegare.

___ Capossela

5 commenti:

  1. Nell'inciampare in due parole, sono campione del mondo...

    Felice di ritrovarti. Molto.
    L.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non lo sono affatto, invece. Avrei bisogno di qualcuno che mi insegni.
      Difficile che caschi su quelle due parole, sempre occupata a scappare e a difendermi dai miei demoni e dalle mie paure.
      Stronco tutto sul nascere, prima che riescano ad uscire dalla mia bocca.
      Non credo che mai le pronuncerò se non nei miei occhi.
      "Ma a che serve poi parlare per spiegare".

      Grazie Lip. :*

      Elimina
    2. A volte fatico a capire il senso di delle parole di Capossela. Altre volte, all'improvviso è come se mi ci ritrovassi immerso. Come fossero mie,
      Trovo sia un poeta. A tutti gli effetti.
      Adoro alcuni suoi brani.

      Grazie a te. Per essere tornata.

      Elimina
  2. Risposte
    1. Ci sono cose che non andrebbero mai spiegate.

      Elimina